Il lavoro del Parlamento europeo

6. Il ruolo degli intergruppi

Gli intergruppi sono organizzazioni trasversali che riuniscono parlamentari di diversi gruppi politici e varie commissioni per scambi informali di opinione su materie particolari e per promuovere i contatti fra parlamentari e società civile. Non sono organi del PE e, formalmente, non possono prendere posizione o votare ma possono portare istanze particolari all'attenzione di figure chiave nell'UE. Organizzando incontri fra parlamentari di diversi gruppi riescono a puntare i riflettori su questioni specifiche. Invitando determinati relatori, segnalano particolari punti di vista. Possono anche invitare Commissari per uno scambio di opinioni. 

La semplice presenza di un intergruppo su una questione segnala che il PE la trova importante.1 La forza di un intergruppo dipende da quanto è attivo e dal livello di coinvolgimento dei parlamentari.

Il lavoro degli intergruppi si divide in parlamentare e non parlamentare.

Il lavoro parlamentare comprende la redazione di briefing, interrogazioni parlamentari, risoluzioni, dichiarazioni, report, udienze parlamentari e consulenza in vista di voti importanti.

Il lavoro non parlamentare comprende l'organizzare e partecipare ad eventi (dentro e fuori il PE), la redazione di articoli, lettere e comunicati stampa, newsletter e gestione della presenza online.

Il lavoro degli intergruppi, in particolare di quelli che si occupano di razzismo e discriminazione, è particolarmente rilevante per gli scopi di questo percorso: Disability Intergroup, Anti-discrimination and diversity intergroup (ARDI), Intergroup on freedom of religion and belief (FORB) e intergroup on LGBTI Rights.

Presteremo particolare attenzione all'intergruppo Anti-Discrimination and Diversity Intergroup (ARDI), che mira a contrastare il razzismo e informare sull'azione del PE contro le discriminazioni. ARDI ha 7 gruppi di lavoro informali, composti da membri interessati a temi specifici come islamofobia, afrofobia, xenofobia e razzismo contro i nomadi.

Sentiamo Alfiaz Vaiya1, coordinatore ARDI, che ci spiega in maggiore dettaglio il lavoro dell'intergruppo. 




Alfiaz ci spiega anche il modo in cui gli intergruppi influenzano il processo legislativo UE in tema di anti-discriminazione 




Di recente, l'ARDI ha ottenuto la revoca dell'immunità parlamentare per due parlamentari responsabili di incitamento all'odio. Sentiamo Alfiaz su questo episodio e sul lavoro dell'intergruppo contro l'incitamento all'odio in Europa



Alfiaz Vaiya è coordinatore dell’ARDI dal settembre 2015.  Prima di entrare nell’ARDI, Alfiaz ha lavorato su questioni legate all’anti-discriminazione per le organizzazioni di società civile a Londra e Bruxelles, e al Parlamento europeo. Alfiaz ha una laurea in Giurisprudenza ottenuta alla Leeds Metropolitan University e un master in Relazioni internazionali: Global Economic Governance conseguito all’University of Birmingham.

1 Fonte: http://www.europarl.europa.eu/news/it/news-room/20150216STO24404/incontra-gli-intergruppi-del-pe e http://euknowhow.blogspot.dk/2011/12/european-parliament-intergroups.html