Il ruolo dell’Unione europea nella tutela della libertà di media

1. Politiche UE: tra mercato unico e diritti fondamentali

Nella normativa UE, la libertà dei media è un diritto fondamentale riconosciuto e protetto dai trattati ai quali gli stati membri aderiscono:


Trattato sull'Unione europea - Articolo 2

L'Unione si fonda sui valori del rispetto della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze. Questi valori sono comuni agli Stati membri in una società caratterizzata dal pluralismo, dalla non discriminazione, dalla tolleranza, dalla giustizia, dalla solidarietà e dalla parità tra donne e uomini.

Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea – Articolo 11

1. Ogni individuo ha diritto alla libertà di espressione. Tale diritto include la libertà di opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche e senza limiti di frontiera.

2. La libertà dei media e il loro pluralismo sono rispettati.

L’Articolo 11 corrisponde all’Articolo 10 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo.


La libertà dei media è centrale alla modalità con cui l’Unione concepisce se stessa; è importante nelle trattative per l’adesione in UE dei paesi candidati, quale parte integrante dei criteri di Copenhagen che richiedono l’esistenza di garanzie per la democrazie e i diritti umani per poter aderire all’UE. 

Tuttavia, l'UE ha incontrato difficoltà ad elaborare normative in questo settore.  

Dal 2013 il Parlamento europeo chiede alla Commissione di proporre procedure e meccanismi giuridicamente vincolanti per salvaguardare il pluralismo e la libertà dei media nello spazio europeo. Nel 2018 ha ribadito a Commissione e Stati membri le proprie richieste in tal senso, identificando anche alcune aree dove l'approvazione di standard europei minimi è particolarmente urgente.

Tuttavia ad oggi l’UE è intervenuta a tutela della libertà dei media solo in reazione a singole situazioni problematiche in singoli stati e sfruttando l'acquis comunitario in altri ambiti, in particolare le normative UE sulla concorrenza.

Le difficoltà incontrate nel definire un quadro legislativo di ampio respiro sono state in parte superate attraverso l'elaborazione di norme su aspetti specifici. Un esempio è presentato nel paragrafo seguente.